Buona Pasqua

Gentili tutti,
in questa situazione surreale in cui ci troviamo a vivere e lavorare da ormai molti mesi, giungano a tutti voi, alle vostre famiglie e ai vostri cari i più affettuosi Auguri di Buona Pasqua.
Come cominciare? Questo periodo di confinamento ci consente di riflettere, constatando che abbiamo perso il piacere degli incontri, del rapporto umano, della collegialità.Sono fermamente convinto che dovremmo iniziare a riflettere sul rispetto dei diritti fondamentali degli uomini e sulla risposta che dovrebbe essere data a tanti non autentici
leaders.

Nonostante tutte le difficoltà, abbiamo continuato ad operare non senza fatica e in condizioni nuove, sperimentali ed incerte.
Il richiamo fondamentale di queste festività è quello della Pace, un valore assoluto che va ricercato ogni giorno, nel rapporto con gli altri ma, anche e soprattutto, con noi stessi.
So che nel contesto sociale nel quale viviamo questa risulta essere una ricerca tortuosa, irta di ostacoli materiali ed etici.
Tuttavia, è proprio interrogando noi stessi e chiedendoci cosa possiamo fare noi per gli altri, senza necessariamente aspettarci di ricevere qualcosa in cambio, che possiamo cominciare a trovare risposte ai nostri interrogativi.

Chiediamoci se questa seconda Pasqua, così diversa e lontana dalle nostre abitudini del passato, non sia proprio il momento ideale per riscoprirne e viverne profondamente il significato intrinseco, indipendentemente dal proprio Credo religioso.
La Pasqua è simbolo di rinascita e di rinnovamento ed oggi, più che mai, abbiamo bisogno di rinascere e rinnovarci, intimamente e professionalmente, tentando di far convergere i nostri mondi in un radicamento ed equilibrio fondamentali per il nostro progresso. Un pensiero affettuoso va a tutti i nostri affiliati che, coraggiosamente, si stanno mettendo e ri-mettendo in gioco: nuove interazioni, più lontane e impersonali, ricordi che talvolta sembrano sbiadire, entusiasmo che si smorza dalla privazione della condivisione, dell’abbraccio, del dialogo e delle emozioni negli occhi di chi ci ascolta.
La grande famiglia degli associati OPES continua a dimostrare consapevolezza e maturità, favorendo così il lavoro dei Tecnici e incoraggiandoli. Nelle situazioni più critiche emergono spesso le doti migliori delle persone e questo si sta verificando nella nostra Comunità.
Da parte nostra abbiamo cercato, per quanto possibile, di aiutarvi, informandovi in maniera celere su tutti gli sviluppi e sulle varie decisioni governative.

Oggi, in stretta sinergia con il nostro Presidente nazionale Marco Perissa, con il C.O.N.I. Piemonte, nella persona del Presidente Stefano Mossino, con la Regione Piemonte, nella figura dell’Assessore allo sport Fabrizio Ricca, e con i Presidenti degli EPS Regionali, stiamo pianificando la ripartenza di tutte le attività, non solo quelle strettamente sportive.
Unità di intenti e condivisione ci permettono di essere agili nelle decisioni, e quindi di sostenere e di dare nel più breve tempo possibile, quanto ci viene richiesto, fornendo un concreto aiuto alla collettività.
Per questo vorrei che insieme al nostro rinnovato augurio per una Serena Pasqua giungesse a Voi anche il nostro più sentito ringraziamento.

Il Presidente Regionale
Walter Palmero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *